07 – L’item analysis classica

Care Studentesse e cari Studenti,

nell’incontro di oggi abbiamo approfondito gli aspetti relativi all’interpretazione degli indici di difficoltà e discriminatività dei quesiti (capitolo 13 del testo in programma) e introducendo altri indici e coefficienti necessari a completare l’item analysis classica dei quesiti.

Dato che proprio l’interpretazione di questi indici e un loro uso corrente saranno oggetto di valutazione nell’esame, suggerisco di esercitarvi con il file allegato alla presentazione.

IMPORTANTE: vi segnalo che il testo in programma contiene un refuso alla pagina 107. I limiti per giudicare valida la discriminatività di una prova non variano a 0.40 a 0.20. La discriminatività di un quesito è buona quando è >0,3 (teoricamente fino ad un massimo di +1).

Cordialmente,
G.A.

Allegati

avatar
Autore: Gabriella Agrusti
Ricercatore all'Università Roma Tre e membro del Laboratorio. I suoi interessi di ricerca sono relativi alla comprensione della lettura, alla valutazione e all'istruzione a distanza. Researcher at University Roma Tre. Field of expertise are: Reading comprhension strategies, Assessment and Distance Learning Education. Specializzazioni Distance learning tools and implementations. Post lauream courses. Consultancy for international reasearch consortia. Testing and examinations management.